La cura del bambino

Come accogliere il fratellino in arrivo.

L’arrivo di un nuovo bambino, la nascita di un fratellino,  si sa, è sempre uno sconvolgimento degli equilibri familiari, a maggior ragione quando questi equilibri non riguardano solo una coppia, ma coinvolgono anche una bambina di poco più di due anni.
Non è sicuramente facile spiegarle che dovrà dividere i suoi spazi, i suoi giochi, le sue attenzioni e tutto ciò che prima era solo suo, con un nuovo inquilino (che nemmeno si è potuta scegliere)!

Il metodo che abbiamo deciso di adottare io e mio marito per far accettare nel modo più sereno possibile ad Alice l’arrivo del piccolo Ale, è stato quello di coinvolgerla attivamente in tutto ciò che riguardava il fratello in arrivo, rendendola preziosa.

In particolare abbiamo iniziato con il farci aiutare a preparare gli spazi per il cambio del fratellino, risistemando sul ripiano in bagno il materassino che avevamo usato anche per Alice come fasciatoio, insieme a tutto ciò che sarebbe servito per il cambio del pannolino, non appena Ale fosse stato tra noi!Come organizzare il fasciatoio

Abbiamo organizzato il fasciatoio in questo modo: una spugna di mare (utilissima fin dai primi giorni per il meconio oleoso) e detergente intimo delicato, una bella pila di asciugamani per asciugarlo, un piccolo cestino con dentro il necessario per prendersi cura del bambino: pasta di Hoffmann in caso di arrossamenti del sederino, forbicine per bambini per il taglio delle unghie, acqua fisiologica e siringa per i lavaggi nasali (che nei primi mesi purtroppo possono rendersi necessari molto frequentemente), e ovviamente non potevano mancare i pannolini!!!

Quando li abbiamo sistemati, Alice si è divertita a mettersi in piedi sul fasciatoio e a prenderli minuziosamente uno a uno dalla confezione e appoggiarli sul ripiano del bagno, tutti in ordine e colorati più che mai. La felicità nei suoi occhi mentre faceva quei semplici gesti rendeva perfettamente l’idea di quanto quel fratellino lo attendesse con ansia!

Dopo averne provati tanti, al momento i pannolini che abbiamo deciso di usare per Alessandro sono di una marca tedesca di cui vi ho parlato poche settimane fa, la Lillydoo, con cui ci stiamo trovando molto bene e che stiamo provando anche in diverse fantasie, una più bella dell’altra, perchè anche l’occhio vuole la sua parte!
Ma la cosa che più conta è la loro capacità di trattenere i liquidi, anche per un’intera notte, cosa che non succedeva con gli altri pannolini che usavo in passato, trovandomi costretta a fare un pit stop per il cambio anche in piena notte!

Se anche voi volete provarli, andando sul sito dell’azienda viene data la possibilità di ricevere gratuitamente (pagando solo le spese di spedizione) un pacchetto di prova, composto da 10 pannolini e un pacchetto di salviette piccolo, che potrete testare e valutare successivamente se attivare un abbonamento mensile.

Davvero comodo, non trovate?

Ogni mese vi arriverebbe la scorta che scegliete di pannolini, della taglia che necessitate e nel numero che volete, senza doverli riordinare, comodamente a casa vostra!

Ma la preparazione del fasciatoio è stata solo la prima di una lunga serie di attenzioni che abbiamo dedicato ad Alice, perchè quando è arrivato il fratellino i compiti che le abbiamo assegnato erano tanti, fatti sempre da lei con grande gioia e coinvolgimento!


Ogni volta che cambiavamo il pannolino ad Alessandro, lei saliva sul fasciatoio e mi passava tutto il necessario, aprendomi il pannolino per bene e mettendolo sotto il sederino di Ale, con una precisione certosina!

Durante il bagnetto con la spugna mi aiutava a lavarlo, sempre con delicatezza e dolcezza infinita!

Insomma tutti questi gesti hanno contribuito a rendere l’arrivo del piccolo una gioia per tutta la famiglia, Alice fin dal secondo giorno è stata tutto un bacio e un abbraccio col fratello, dormiva con lui e ovunque ci fosse lui c’era anche lei, senza gelosie e capricci, che sono arrivati ovviamente più tardi ma per altre motivazioni!

Vi consiglio davvero di provare questo “metodo”, così avrete anche dei piccoli aiutanti entusiasti, che non guastano mai! 😉